Osteria Dell’Arco – Alba (CN)

Osteria Dell'Arco - Alba (CN)

Alba, cittadina del cuneese sorta tra il sesto ed il VI e III millennio a. C. poi battezzata dal console Gneo Pompeo Strabone Alba Pompeia, é una città troppo conosciuta per parlarne con superficialità. Essa sorge splendida tra le incantevoli colline delle Langhe e del Roero ricche di vigneti importante di certo per la sua storia, per il leggendario partigiano Johnny, ma anche, e in certe occasioni soprattutto, per il buon bere e per il buon mangiare a partire dal Tuber magnatum, lo straordinario tartufo bianco, per i salumi, i formaggi (io adoro i caprini) ecc. ecc.

Per non sbagliare, un posto sicuro dove incontrare il meglio della cucina tradizionale é l’OSTERIA DELL’ARCO in piazza Savona n. 5: un locale accogliente, di sobria eleganza, con un servizio attento e accurato. Dalla piazza si entra nel locale attraverso un arco che dà il nome all’ osteria, un lemma che nella fattispecie suona davvero bene. L’osteria nasce nel 1986 dalla cooperativa I Tarocchi e oggi prosegue la sua attività calcando le orme della filosofia Petriniana di Slow Food portando nel piatto il territorio, con tutte le sue radici profonde ma anche con una grande attenzione creativa per i gusti che inevitabilmente mutano nel tempo senza abdicare al passato.

L’abbinamento dei piatti va poi immancabilmente coniugato con la tradizione enologica delle Langhe e del Roero. In caso di dubbio affidatevi al buon consiglio di chi serve a tavola che saprà soddisfare tutte le vostre esigenze e le vostre curiosità.

Ecco i piatti degustati. Cominciamo con gli antipasti: vitello tonnato e carne cruda all’albese battuta al coltello guarnita con parmigiano reggiano di 24 mesi. A seguire un primo piatto che più tradizionale non si può, gli agnolotti del “plin” tradizionale al quale segue un secondo di coniglio “grigio” di Carmagnola cotto all’arneis e per concludere un semifreddo al torrone con pistacchio di Bronte e croccante e un cremino di gianduja e granella di nocciola Piemonte IGP. Non mi resta che dire che la soddisfazione é stata totale e il costo davvero onesto!

Articolo di Paolo Zatta

Ti potrebbe interessare anche...

Vuoi commentare?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *