VinNatur, Villa Favorita 24-26 marzo 2012

A Monticello di Fara – Sarego (VI), nella bellissima cornice di Villa Favorita, opera dell’architetto palladiano Francesco Muttoni (1667-1747), circondata da ubertosi vigneti, si é svolta la rassegna promossa dalla benemerita Associazione VinNatur. Lo scopo della manifestazione, a mio avviso ben riuscito, era quello di promuovere e far conoscere agli appassionati di Bacco, con la presenza di circa 136 vignaioli da sei nazioni, come produrre vino naturale nel pieno rispetto della cultura del territorio, della vite e dei cicli naturali, limitando l’uso di agenti invasivi e tossici sia in vigna che in cantina, con una profonda etica ambientale.

Risotto agli asparagi verdi

Risotto agli asparagi verdi

La primavera porta primizie, nuovi colori, sapori freschi . Tra gli ortaggi di stagione spiccano gli asparagi, bianchi e verdi. La differenza tra le due tipologie è data sostanzialmente dalla presenza o meno della clorofilla. Gli asparagi bianchi, infatti, non vedono mai la luce diretta del sole, essendo coltivati sotto cumuli di terra.
Il Bigné

Il Bigné

Il più delle volte quando mangiamo o beviamo, non siamo abbastanza curiosi per domandarci il significato dei termini, l’origine dei prodotti ecc. Il bigné ad esempio, é uno dei dolci più consumati ma pochi si sono chiesti da dove derivi il lemma.
Dolce grappolo al cioccolato

Dolce grappolo al cioccolato

In occasione di un incontro che fa oramai parte di una periodica degustazione di vini tra amici l’amica Ornella, per concludere con un dulcis in fundo una piacevole serata, ha preparato una deliziosa sorpresa: il “grappolo d’uva al cioccolato”. Ecco la ricetta scritta di pugno dall’autrice dell’opera.
Tarte Tatin, dalla leggenda alla realtà

Tarte Tatin, dalla leggenda alla realtà

Ieri abbiamo trascorso davvero una bella serata. Un gruppo di amici sommelier, che si sono definiti “Il Convivio del Gusto“, che si ritrova periodicamente presso la Cantina del Cavatappi di Padova, dell’amico Sergio, per degustare cibi e vini a scopo edonistico, incontrare produttori di vino, ascoltare resoconti di viaggi enogastronomici, con l’immancabile parte pratica ecc.
Carnevale: frìto'le venexiane

Carnevale: frìto’le venexiane

Carnevale, secondo alcuni, pare derivi da Carnalia, le feste dei Romani in onore del dio Saturno. Col cristianesimo il lemma assume un significato diverso riferendosi all’astinenza dalla carne nel periodo quaresimale che inizia il mercoledì delle ceneri. Attorno al carnevale veneziano, una (ri)trovata commerciale degli ultimi anni, sono rimaste alcune ricette, storie e detti come Co’l pare fa carneval i fioi fa quaresima.
A Natale... Eggnog

A Natale… Eggnog

Tempo di Natale, tempo di Eggnog. Vecchi ricordi di quando stavo in USA. Alla mattina del giorno di Natale, mentre ci si scambiava gli auguri e i bambini scartavano i regali era usanza  sorseggiare lentamente, prima di colazione, l’Eggnog. La ricetta, secondo alcuni, (per la presenza del brandy) ha origini francesi, altrimenti detta latte di gallina o lait de poule.
Glögg, il vin brulé dei paesi scandinavi

Glögg, il vin brulé dei paesi scandinavi

Il vin brulé é una bevanda tipicamente invernale molto antica. I Romani la conoscevano come vino speziato cotto o ricotto con proprietà medicamentose per raffreddori e vari acciacchi invernali. Le varianti alla ricetta di base riportata in calce sono molte  e ognuno può aggiungere del suo: miele di castagno, spezie varie come cannella, zenzero, cardamomo oltre ai classici chiodi di garofano, ecc In  Scandinavia la bevanda vinosa con aggiunta di alcol viene chiamata Glögg: il suo uso é diventato popolare a cominciare dagli inizi del XIX secolo.